La mano dell’amicizia

Ottobre 11, 2018



Nella mia vita, purtroppo, ho vissuto molti momenti bui in cui ero vittima di discriminazioni e bullismo per via del mio aspetto fisico. Per molti anni, dalle scuole medie fino alle superiori, sono stata trattata molto male da quasi tutti a scuola, e questo mi ha lentamente distrutta dentro…

Molte volte, quando tornavo a casa, piangevo e mi chiedevo cosa fosse sbagliato in me. Mi chiedevo perché dovessi essere così brutta e grossa, così diversa dalle altre mie compagne di classe sempre alla moda e con l’aspetto da dive, mi chiedevo perché non riuscissi a farmi piacere da nessuno. Tutto questo mi ha portata a chiudermi in me stessa, a rintanarmi nei miei libri, nei miei videogiochi, e a perdere la voglia di vivere.

Mi sentivo quasi sempre sola ed abbandonata e avevo paura di andare a scuola, di uscire di casa, e più avevo paura, meno mi curavo e meno avevo voglia di andare avanti. Uscivo di casa vestita come una mendicante perché “tanto cosa cambia?” dicevo a me stessa.

Mi ero arresa, e questo ha peggiorato ogni cosa: il mio rendimento universitario, le relazioni con i miei amici, il mio rapporto con il cibo. Finì che lasciai totalmente l’università per rimanere rinchiusa in casa da sola come un cane, con al mio fianco solo quelle poche anime che ancora mi volevano bene.

Se ora sono qui è maggiormente grazie ad una di loro, il più grande amico che abbia mai avuto, di cui non c’è bisogno di fare nomi perché lui sa già quanto sia stato fondamentale per la mia rinascita, per affrontare il grande buio che ho attraversato. Senza il suo supporto, unito a quello del mio ragazzo e della mia mamma che mi hanno aiutata a sorreggermi e a salvarmi, non ce l’avrei fatta.

E quindi ragazzi, quando vi capiterà l’opportunità di porvi in maniera ostile nei confronti di una persona, o di ridere di qualche sua problematica che purtroppo non può controllare, spero voi scegliate sempre un sorriso e una parola di conforto, spero che voi scegliate sempre di lasciar uscire l’amore che è racchiuso nel vostro cuore.



Condividi questa Contronarrazione!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.